Il discorso della Regina

 

 Il discorso della Regina

Lorenzo Matteoli
28 Dicembre 2013

 

La Regina Elisabetta d’Inghilterra ogni anno a Natale rivolge agli inglesi un indirizzo di auguri. Si tratta sempre di un breve discorso di pochi minuti con qualche riflessione sugli avvenimenti dell’anno che sta per finire e qualche pensiero per l’anno che sta per iniziare. La Pace, la Guerra, l’Economia, la Nazione, le Famiglie…il suo Popolo.

Quest’anno Elisabetta compie 81 anni ed è sul trono inglese da sessanta anni: il monarca inglese  che in tutta la storia  di quel Paese ha regnato più a lungo. Amatissima dagli inglesi  e da tutti i cittadini del Commonwealth le viene riconosciuta con affetto una grandissima autorevolezza. Gli auguri di Natale sono una tradizione della monarchia inglese da secoli e con lei sono diventati un vero e proprio “istituto”.

Per gli auguri di quest’anno Elisabetta ha scelto un “incipit” inusuale: di seguito riporto in inglese e in italiano i primi due paragrafi del suo breve indirizzo:

“I once knew someone who spent a year in a plaster cast recovering from an operation on his back. He read a lot, and thought a lot, and felt miserable.

Later, he realised this time of forced retreat from the world had helped him to understand the world more clearly.

We all need to get the balance right between action and reflection. With so many distractions, it is easy to forget to pause and take stock. Be it through contemplation, prayer, or even keeping a diary, many have found the practice of quiet personal reflection surprisingly rewarding, even discovering greater spiritual depth to their lives.”

Traduzione:

“Anni fa ho conosciuto una persona che a seguito di una operazione alla schiena era stata costretta in un gesso per un intero anno. Lesse molti libri, pensò molto, e  stette molto male.

In seguito si rese conto che questo periodo di forzato isolamento lo aveva aiutato a capire il mondo con molta maggiore chiarezza.

Tutti abbiamo bisogno di recuperare l’equilibrio tra pensiero e azione. Con tutte le distrazioni è facile dimenticare di fermarsi e fare il punto. Con la contemplazione, la preghiera o anche solo tenendo un diario, molti si sono resi conto con sorpresa quanto possa essere premiante la pratica della tranquilla riflessione con se stessi, e hanno arricchito la loro esistenza di  maggiore profondità spirituale.”

Parole molto semplici e dirette, pronunciate con il tono pacato nell’inglese chiarissimo classico, unico dei “Royals”, e non potrebbe essere diversamente.

L’autorevolezza di Elisabetta, risultato di un codice di vita impeccabile e del sacrale distacco dalla politica che caratterizza la funzione della casa regnante inglese, i suoi 80 anni di età, e 60 anni di regno, la sua semplice lucidità e sintesi suggeriscono di ascoltare con attenzione il messaggio.

L’immediato confronto che si impone fra queste parole e il marasma della vita politica, culturale e sociale italiana le qualifica in modo quasi monumentale.

Il cuore del pensiero della Regina è la necessità di ritrovare la capacità di “guardarsi dentro” e di ricominciare dal proprio sé. L’Italia ha urgente bisogno di semplificazione, di riduzione del rumore di fondo, di filtrare i disturbi di rete, di chiarezza di pensiero e di linguaggio. Va recuperata la sobrietà nel pensiero, nella condotta sociale, nella cultura, nella comunicazione, nei toni, nella forma e nella sostanza di tutto.

Con il recupero della sobrietà tutti i significati dei gesti, delle parole, degli scritti saranno esaltati e qualificati e, forse, anche noi “riusciremo a capire il mondo con maggiore chiarezza.”

…. to understand the world more clearly.

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il discorso della Regina

  1. claudia ha detto:

    bello, grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...