Brexit a few days after

Soros ha i soldi per comperare delle buone indagini di opinione, con campioni significativi e non addomesticati politicamente per abbindolare l’opinione pubblica. Quindi se le è comperate e ha giocato sul sicuro. Non è uno che “rischia” i suoi miliardi. Soros non rischia nemmeno una sterlina.

Non credo che sia l’Europa danneggiata e non credo che sia possibile dire ora qualcosa nel merito: perché tutti i giochi sono da giocare. Cameron cerca di guadagnare tempo, ritardando spera di negoziare qualcosa che non sia proprio “exit” Junker è stupidamente vendicativo e sbaglia, come il tempo dimostrerà.
Perdere l’accesso a un mercato di 700-800 milioni di persone per i “bottegai” inglesi è una botta dura. Perdere il centro finanziario mondiale di Londra a favore di Francoforte (Milano può sognare) è un’altra botta dura.

Chi sostiene che l’Inghilterra  sarà avvantaggiata deve sapere qualcosa che io non so e mi piacerebbe sapere. Ora come ora l’UK perde.
Ma l’Europa non vince. Rischia di perdere, ma non per via del Brexit.
Per l’arroganza della sua leadership Franco/Tedesca: Merkel-Schauble sono uin binomio letale. Con l’assist di Junker e Schultz (il Kapò). Se ne sta accorgendo Renzi. Draghi fa acrobazie senza rete.
Se Bruxelles non si mette a posto riscrivendo da zero Maastricht e il charter della BCE e castrando l’arroganza dei burosauri e il moralismo dei tedeschi, dimostrerà di non aver capito la lezione che, sbagliando, l’Inghilterra ha impartito.
Il referendum  inglese era “contro l’immigrazione” così hannop votato e così si sono tagliati le palle.
Pensare che un milione di casalinghe che votano con la pancia possano intuire le complesse verità della geopolitica e della macroeconomia planetaria è veramente una sciocca illusione.  Con buona pace della saggezza e delle pance delle casalinghe UK.
I referendum sulla geopolitica e sulla finanza globale  sono pura demagogia. Da noi qualcuno ci salvi da Salvini.

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...