Le bugie di Dimaio e il piano segreto dei gialloverdi

Unknown

Il Viceprimo ministro n. 2 Dimaio Luigi con impunita arroganza continua a raccontare palle. Quando afferma che Macron “ha aumentato il rapporto PIL/Debito a 2.8 e quindi non si capisce perché noi non lo possiamo portare a 2.4”  volutamente tace alcuni importanti dettagli:

  1. Macron ha tagliato spese per 24.4 miliardi di Euro ed è per questo che il suo aumento del rapporto PIL/debito non si può paragonare a quello proposto nel  DEF Dimaio/Salvini, dove tagli non sono previsti. Nel bilancio consuntivo i tagli francesi compenseranno il 2.8 di aumento del rapporto PIL/debito pubblico.
  2. La “credibilità” del debito pubblico francese sui mercati finanziari è molto diversa dalla credibilità del debito italiano con il governo Lega/5stelle anche per la sistematica abitudine di Dimaio di dire bugie e tacere fatti evidenti e per la arroganza di Salvini espressa con locuzione di infausta memoria mussoliniana “dell’Europa me ne frego”. La credibilità è una garanzia che vale centinaia di miliardi di Euro.
  3. Il risparmio privato degli italiani non può essere citato come “garanzia” del debito pubblico dello Stato a meno che Dimaio non voglia proporre una legge che ne preveda l’esproprio per saldare parte del debito o garantirlo in solido e ammesso che una legge di questo genere passi nel Parlamento e nelle piazze italiane.

Nonostante queste macroscopiche evidenti banalità Dimaio insiste nel suo bambinesco “… se lo fa Macron lo faccio anch’io…” ignorando tutte le obiezioni, le smentite e le monumentali differenze.

Il colpo di mano del DEF e l’umiliazione del Ministro Tria, aggravata dalla banditesca invenzione della “cabina di regia” della spesa pubblica spostata a Palazzo Chigi e sottratta alla competenza del Ministro dell’Economia fanno parte del piano non dichiarato di Dimaio/Salvini: farsi buttare fuori dall’Europa, come fine ultimo, o far bocciare il bilancio Italiano dall’Ecofin per farsi poi passare come quelli che volevano fare ma sono stati castrati dalla bieca Europa…vittime dei “poteri forti”, delle calunnie della stampa al loro servizio e dei “pezzi di merda” del MEF.

Questo giochino ci costerà una discreta quantità di miliardi alle prossime aste di Buoni del Tesoro come ci sono già costate una decina di miliardi le puerili dichiarazioni demagogiche di Dimaio sul ponte di Genova e sul reddito di cittadinanza.

L’Italia è nelle mani dell’”ego”  del Ministro professor Savona, convinto che “battendo i pugni” sul tavolo si risolvano problemi di zero credibilità. Paolo Savona avvitato nel suo battibecco di cortile con il collega Giovanni Tria ha confuso il Governo italiano per i corridoi di un dipartimento universitario e ci ha portato lo stile delle parrocchiette accademiche .

Il costo pluri-miliardario di queste gelosie  tra “professori”  e ministri boy-scout lo pagheranno generazioni di italiani, oggi giovani e molti di loro elettori grillini che hanno festeggiato con Dimaioi “l’abolizione della povertà”.

(lorenzo matteoli)

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le bugie di Dimaio e il piano segreto dei gialloverdi

  1. Guido Vacirca ha detto:

    Il debito pubblico italiano non è paragonabile a quello francese per molte ragioni. Una delle quali consiste nel fatto che, il debito francese, offre come garanzia i proventi della politica coloniale che il governo francese continua ad attuare nei confronti dei paesi africani, con il “silenzio – assenso” del resto dell’Europa. Se l’accoppiata Salvini – Di Maio, fosse costituita da due burattini di legno, come Pinocchio, tali burattini avrebbero un naso talmente lungo che…sarebbe impossibile misurarlo! Leggo con vivo interesse i suoi articoli e non sapevo che…vivesse in Australia! Be’, ormai con la tecnologia moderna, penso riesca a mantenersi in contatto con sua figlia Federica, senza grossi problemi! Tanti saluti e…continui a scrivere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...