Una breve risposta a Luca Ricolfi

 

https://www.ilmessaggero.it/editoriali/luca_ricolfi/editoriali_luca_ricolfi-4066339.html

 

image

Giuste e severe le considerazioni di Luca Ricolfi sul Messaggero. Ma il ritorno dello Stato non sia la cultura di Salvini, e c’è quel rischio ed è proprio per questo che Salvini raccoglie consenso: per l’assenza dello Stato che qualche volta quando è presente sarebbe meglio non ci fosse (cfr carabinieri del Gruppo Roma, e le loro superiori gerarchie).

Però a mali estremi, estremi siano i rimedi e più si va avanti con questa linea solo in apparenza civile, nobile e buona, ma in realtà devastante e massacratrice di povera onesta gente, peggiori saranno i mali e terrificanti dovranno essere i rimedi.

Allora, sotto il controllo di enti internazionali e della Croce Rossa, istituire campi di lavoro  dove  gli immigrati criminali a piede libero vengano raccolti, rieducati e fatti lavorare. Organizzati civilmente e nel rispetto dovuto e nei suoi limiti.
Strilleranno i buoni italiani: sono lager, sono colonie penali…orrore, orrore…ma quale è l’alternativa?
Che le nostre città o loro grandi quartieri diventino dei lager di criminalità incontrastata, di signori della guerra e bande assassine (Torino San Salvario, Roma San Lorenzo …)

Luca Ricolfi, uno dei nostri più intelligenti e colti commentatori, non vuole arrivare alla ineludibile conclusione…ideologicamente e professionalmente pericolosa. L’ha fatta Nicola Gratteri procuratore aggiunto a Reggio Calabria per i mafiosi del 41bis. Ma la faccio anch’io.

When good men do nothing bad things happen.

(lorenzo matteoli)

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. caramanti ha detto:

    bravoInviato da smartphone Samsung Galaxy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...