La battaglia infinita

 

never again

 

Il numero dei cretini, fanatici, arroganti, presuntuosi, deboli di mente, razzisti, suprematisti bianchi, gialli o neri, islamici o islamofobi, cristiani o cristianofobi, potenzialmente criminali, eventualmente criminali, sicuramente criminali è invalutabile. La loro collocazione geografica e sociale indefinibile. Come è invalutabile il numero dei soggetti che possono avere interesse a utilizzarli, per le più diverse ragioni.

Per questi ovvi motivi, che non richiedono documentazione né prova, ma solo lo svolgimento di una elementare logica statistica, massacri di innocenti disgraziati delle varie categorie ideologiche, politiche o religiose saranno una connotazione certa dei prossimi venti, trenta e forse più anni a venire. Vittime con l’unico torto di trovarsi nel posto sbagliato, nel momento sbagliato.

Affermare che ogni massacro, uccisione, attentato è radicato e motivato da precedenti massacri di segno antagonista, è una banale constatazione dalla marca politica, ideologica o religiosa irrilevante.

Affermare che il massacro di 50 musulmani da parte del cretino assassino fanatico, razzista islamofobo, suprematista bianco, fascista, di turno è una conseguenza del risentimento contro i migranti islamici del cretino in oggetto e del suo ambiente sociale è la banale constatazione di una oggettiva realtà.

Come affermare che il massacro di 130 frequentatori di una discoteca di Parigi da parte di un gruppo di fanatici esaltati jihâdi è la conseguenza del risentimento dell’estremismo fanatico islamico nei confronti del presunto o vero prepotere dei francesi a Parigi è la banale constatazione di una oggettiva realtà.

Che il Corano contenga l’istituzione della guerra di religione registra solo uno sfasamento temporale: il cristianesimo e i suoi rappresentanti qualche secolo fa predicavano le crociate come missione dei fedeli.

Reagire scandalizzati, offesi o indignati dall’una o dall’altra affermazione dopo un massacro di un segno o dell’altro è come scandalizzarsi per il fatto che l’acqua bollente scotta.

Ci saranno massacri e ammazzamenti dei vari segni di cretinismo criminale fanatico per i prossimi venti o trenta anni. Perchè ci saranno cretini criminali fanatici dei vari segni per i prossimi venti o trenta anni. Ogni ammazzamento, o massacro sarà conseguenza logica, diretta o indiretta, dichiarata o meno, di precedenti massacri di segno fanatico opposto.

Denunciare l’affermazione sopra svolta come qualunquista è banale: la realtà è per definizione qualunque. L’impegno dell’intelligenza è sconfiggere la stupidità. Missione impossibile, ma doverosa. Il categorico kantiano fondamentale. Questo pensierino è il mio contributo di oggi.

Non ho nessuna remora né pudore nel qualificarmi come intelligente, non lo sarei se non lo facessi.

(lorenzo matteoli)

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La battaglia infinita

  1. Guido Vacirca ha detto:

    Il malsano desiderio che conduce alla supremazia del singolo individuo nei confronti di un gruppo di persone, è storia vecchia come il mondo. Quando questo desiderio di potere viene espresso con le armi avvengono i massacri di vittime innocenti. A proposito: le vittime sono sempre innocenti! Il fanatismo religioso o di altra natura , il razzismo, la presunta superiorità di una razza rispetto ad un’altra e cose di questo genere, sono solo dei pretesti per sfogo al delirio di onnipotenza. Chi si arroga il diritto di poter decidere della vita o della morte altrui si paragona ad un Dio, ad un essere superiore. Poco importa se, a conferirgli tale superiorità, è uno strumento di morte. Il desiderio di potere, di supremazia è insito nell’animo umano e per ottenerlo, spesso si è disposti a tutto, anche a compiere le azioni più aberranti. Il desiderio di potere si manifesta guidando l’automobile, sul luogo di lavoro, in un rapporto di coppia ed in tutte le relazioni umane. Il problema è che, il desiderio di potere al di là dell’appagamento momentaneo, non genera felicità. Anzi, il più delle volte, produce solo dolore. Anche una competizione sportiva, a suo modo e generando un vincitore, appaga un desiderio di supremazia, ma non provoca danni! Al limite i danni li provocano i tifosi, ma questo è un altro discorso. Pertanto consiglio a tutti gli xenofobi, omofobi, razzisti, fanatici di praticare un’attività sportiva. Forse, così facendo, diminuiranno le notizie delle avvenute stragi provocate da qualche demente.

  2. hack game play8oy ha detto:

    Once you start writing an article and a notion pops up in your
    head, write another article title for the idea. Write your articles
    as if you were talking back to your readers. Celebrities really are a bunch of admirable human beings. https://faenerosporchile.com/convocatoria-enaex-para-diversas-regiones-de-chile/

Rispondi a hack game play8oy Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...