Pirlate ministeriali

telefonoScreenshot 2019-07-31 at 11.46.33

Il ministro della Giustizia Bonafede ieri sera a “in Onda” ha fatto una dichiarazione che un ritardato mentale ubriaco non avrebbe fatto. Forse si intenderà di giustizia, molti dubitano anche di quello, ma certo di treni, ferrovie, alta velocità ne capisce poco e dovrebbe seguire il saggio consiglio di Wittgenstein: “Su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere.” Ha detto parlando di TAV : “Un’opera progettata 30 anni fa che sarà costruita fra 15 anni, …come se oggi volessimo fabbricare un telefono di trenta anni fa…” Paragonare un’opera infrastrutturale a un telefono è come paragonare un coglione a un ministro: salvo casi eccezionali, è assurdo. La tecnologia con la quale viene realizzata oggi la linea Torino Lione sia come tracciato, che come armamento è attualissima e sarà comunque aggiornata al passo con la tecnologia in fieri. In particolare l’elettronica, il segnalamento e le tecnologie di sicurezza e controllo saranno attualissime e comunque aggiornate con l’elettronica in fieri. In tutto il mondo si stanno realizzando centinaia di progetti di treni ad alta velocità e nessun cretino si azzarda a dire che sono opere obsolete….solo in Italia ci pensano i ministri del governo Conte. La linea concepita più di 50 anni fa sarà realizzata con le tecnologie di domani, ovviamente, e non si potrebbe fare diversamente. Il ministro evidentemente ripiscia concettini che gli hanno preparato i ragazzotti della cultura dimaiana e non si rende conto di dire limpide cazzate….perchè non ha gli strumenti per rendersene conto, in fondo è solo un ministro. Telese e Parenzo non hanno avuto la prontezza di inchiodarlo alla sciocchezza e il Ministro Bonafede è rimasto tutto contento per la pirlata detta che gli è sembrata intelligentissima: ovvia indicazione del livello culturale. Peccato che il mezzo televisivo raggiunga molti che non hanno la capacità critica di vedere il cretinismo di certe affermazioni e le ripeteranno come pappagalli divulgandole all’inclito pubblico italiano il quale pubblico italiano, se apprezza come sembra, le sistematiche palle dei viceprimiministri se le berrà tutto contento di poter sembrare intelligente come Bonafede…paragonando ministri con coglioni e treni con telefoni.

lorenzo matteoli

 

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...