CHI NEGA I FATTI NON E’ STUPIDO: E’ UN CRIMINALE

Chi nega i fatti non è stupido: è un criminale

Trump: ha tentato il colpo di stato e guiderà la terza guerra civile USA

Si discute: chi ha il diritto e la competenza di interdire l’accesso ai servizi dei social?

Molti, come Massimo Cacciari, non ritengono opportuno che questo diritto sia lasciato ai proprietari delle piattaforme (Facebook,Twitter, Parler…) e hanno criticato la recente operazione di Twitter di bloccare l’accountdi Donald Trump, motivata dai suoi tweets che incitavano alla violenza.

Si invocano norme certe e precise sancite da leggi applicate dall’autorità dei Governi, norme finora inesistenti. Il tutto in nome della “libertà di espressione” il fantasma ideologico che si dice sia struttura fondante della “Democrazia”, e di tutte le libertà che connotano l’istituto.

Io mi chiedo e dubito fortemente, che nella “libertà di espressione” sia compresa quella di pubblicare sistematicamente notizie e informazioni false.

La pesante campagna di falsità che Trump ha alimentato sistematicamente, letto da 88 milioni di follower nel mondo, ma in particolare negli Stati Uniti, ha creato una realtà virtuale falsa che milioni di cittadini americani ritengono invece verissima e sulla base della quale impostano i loro comportamenti che sono risultati automaticamente criminali.

Comportamenti che hanno messo, e continuano a mettere, a rischio l’Istituto della democrazia negli Stati Uniti, che hanno provocato morti e che ne provocheranno ancora.

Il diritto dei cittadini di essere correttamente informati deve essere sancito e garantito in una società che vuole essere giusta e democraticamente governata.

Questo diritto partecipa di una sacralità assoluta: aggredire questo diritto è un crimine contro la società e va punito con la massima severità.

Affermare come veri fatti che non si sono mai verificati e sulla base di queste affermazioni chiedere l’impegno dei cittadini, chiamarli alla lotta e alla insurrezione contro le istituzioni va sancito come crimine gravissimo contro lo Stato e la democrazia, e va punito di conseguenza.

Questa vigilanza, questo controllo non sono stati svolti nel caso di Trump che, utilizzando in modo illecito il suo potere di Presidente degli Stati Uniti, ha continuato per i 4 anni della sua presidenza a divulgare notizie false creando alla fine una falsa realtà che oggi è diventata riferimento per decine di milioni di cittadini Americani che si apprestano, per questa falsa realtà, a impedire il 20 di Gennaio 2021, molti con la violenza e con le armi, il giuramento di Biden Presidente eletto.

76 milioni di Americani convinti che le elezioni siano state truccate sono oggi la realtà fittizia creata da Trump, realtà fittizia che ha strutturato il tentato colpo di stato del 6 Gannaio, che struttura la guerra civile in corso, una guerra civile che non finirà fino a quando quei 76 milioni non saranno ricondotti a riconoscere la realtà dei fatti.

Possibilmente in modo pacifico, ma non sarà facile, visto che molti di loro sono pronti a usare le armi per difendere la realtà fittizia della quale sono stati criminalmente convinti.

L’azione di Trump, progettata e praticata con volontà criminale cinica e precisa, provocherà ancora scontri e molti morti.

lorenzo matteoli

Those who deny the facts are not just stupid, they are criminals.


 There is a debate: Who has the right and the competence to forcefully close an account of a social media service?  Many, like Massimo Cacciari, do not deem it right for this power to be left to the owners of the platforms (Facebook, Twitter, Parler …) and have criticized the recent decision by Twitter to block Donald Trump’s account, because his tweets incited violence and criminal behaviour. 

Certain norms sanctioned by laws applied by the authority of Governments are invoked, norms that have not yet been issued, all in the name of “freedom of expression”, the ideological ghost that allegedly is the founding structure of “Democracy”, and of all the freedoms qualifying the institution. 
I wonder if, but strongly doubt that, “freedom of expression” includes the right to systematically publish false news and information.

The heavy falsehood campaign that Trump has systematically fueled, read by 88 million followers in the world, mainly in the United States, has created a fake virtual reality that millions of American citizens believe to be true and on the basis of which they set their behavior which was automatically found to be criminal.   This behavior has put, and continues to put, the Institute of Democracy in the United States at risk, which has resulted in and will cause more deaths.

The right of citizens to be informed of the true facts must be enshrined and guaranteed in a society that wants to be just and democratically ruled. This right shares an absolute sacredness.   Attacking this right is a crime against society and must be punished with consistent severity.
To affirm as true facts that have never occurred and on the basis of these affirmations to ask for the commitment of citizens, to call them to the struggle and insurrection against the institutions must be sanctioned as a very serious crime against the state and democracy, and must be punished accordingly.

This vigilance, this control was not carried out in the case of Trump who, using his power as President of the United States in an illicit way, for the 4 years of his term divulged false news, eventually creating a false reality that today  is a reference for tens of millions of American citizens who are ready, for this false reality, to prevent with violence and weapons the January 20 swearing-in of Biden as the elected President.  

76 million Americans, convinced that the elections have been rigged, are today the fictional reality created by Trump, a fiction that structured the attempted coup of January 6, that structures the ongoing civil war, a civil war that will not end until those 76 million citizens acknowledge the reality of the facts.  Hopefully this will be achieved in a peaceful way, though this seems unlikely as many of them are ready to use weapons to defend the fictional reality of which they have been criminally convinced. 

Trump’s action, designed and implemented with cynical criminal intent, will result in riots and cause more deaths.

lorenzo matteoli

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...