La logica assurda dei no-vax

Nel 2021 si è consolidato un vasto movimento di opposizione ai vaccini e alle misure  di contenimento della pandemia. Negli Stati Uniti in Canada e in Europa il movimento organizza manifestazioni che in molte città diventano violente. In Italia il movimento viene strumentalizzato e infiltrato dalla destra estrema e degenera in forme aggressive di rivolta politica. La base ideologica del movimento è assurda: si invoca la “libertà” come motivo per rifiutare i vaccini e opporsi alle misure di contenimento della pandemia (green-pass, social distancing, mascherine etc.). Viene apertamente evocato un complotto mondiale di una non identificabile “elite” che vuole  istituire il Great Reset Mondiale. Chi si oppone viene aggredito e qualificato come “complice” e asservito al complotto mondiale del Great Reset. 

Il movimento nega l’esistenza del virus, e sostiene che tutte le misure di contenimento della pandemia (vaccini, lockdown, mascherine, social distancing, green pass…) sono strumenti per imporre una nuova feroce dittatura mondiale controllata dalla non identificata “elìte”. Secondo i vati del movimento no-vax al complotto del Great Reset partecipano centinaia di governi, tutti  i più importanti media, tutte le banche e tutte le istituzioni finanziarie (IMF, Banca Mondiale etc.).

Il movimento no-vax cerca di imporre un assurdo capovolgimento della logica: tutti gli enti e le istituzioni attualmente impegnati nel contenimento della pandemia (governi, istituzioni finanziarie, media…) fanno parte di un complotto organizzato da una non identificata “elite”, finalizzato a sovvertire l’ordine mondiale per imporre una dittatura planetaria attraverso l’implementazione di pesanti e inutili misure di controllo sociale finalizzate al contenimento di una pandemia inesistente

Gli unici a opporsi al disegno satanico (sic) sono i no-vax, i quali peraltro, negando l’esistenza del virus e della pandemia la consolidano e la rendono incontenibile, di fatto realizzando in pratica il surreale disegno dell’inesistente “elite” che loro denunciano.

Alla fine del 2021, con la variante Omicron,  si ha la netta sensazione che la pandemia non avrà un epilogo sicuro nel futuro dei prossimi 10 o 15 anni.

Allo stato attuale delle conoscenze nessuna previsione è plausibile sulle possibili conseguenze della pandemia sull’assetto geopolitico del Pianeta.

lorenzo matteoli

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...