Sparate agli occhi: l’ultima vergogna degli ayatollah

Sparate agli occhi: l’ultimo orrore dell’islam criminale a Teheran[1]

La repressione feroce del regime degli ayatollah boia ha stroncato l’insurrezione dei giovani e delle giovani in Iran. Forse nella storia dell’ignominia mai nessuna repressione è stata più feroce, cinica e crudele, giovani donne bastonate a morte, giovani uomini impiccati come “nemici di Allah”.  Se qualche dubbio era rimasto sulla vergogna dell’islam di tortura e potere questa vicenda iraniana rimarrà nella storia per l’eterna condanna di questo regime di sacerdoti della tortura e dell’assassinio nel nome di Allah. “Sparate agli occhi” l’ultimo orrendo ordine dato alla “polizia morale”: migliaia di giovani accecati per la vita, semiparalizzati dalle schegge nel cervello, con il volto deformato dagli squarci delle pallottole.

Questa è la civiltà dell’islam di tortura e potere, l’unico islam credibile con buona pace degli ingenui “moderati”: anche loro squallidi, terrorizzati strumenti di questo orrore.

Né si può dimenticare di chi sono alleati e del pericolo che questa alleanza comporta per la cultura/civiltà occidentale: se Putin vincesse in Ucraina questo è quello che ci toccherà sopportare dopo. 

Il pacifismo degli utili idioti non si rende conto che non esiste negoziato con Putin se non la resa senza condizioni di uno dei due fronti.

Scegliere con chi stare, scegliere chi aiutare.
Berlino sta per assumersi una responsabilità immane. Un’altra volta la Germania dalla parte sbagliata della Storia.

Purtroppo, con Berlino, l’Europa.

Lorenzo Matteoli


[1] I medici iraniani denunciano l’ordine dato alla polizia morale: sparate agli occhi, al seno, ai genitali. Centinaia di giovani donne e uomini accecati o semiaccecati per la vita a Teheran.

Informazioni su matteolilorenzo

Architetto, Professore in Pensione (Politecnico di Torino, Tecnologia dell'Architettura), esperto in climatologia urbana ed edilizia, energia/ambiente/economia. Vivo in Australia dal 1993
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...